Tu sei qui

Immobili Locati L. 431/1998

Share button

IMMOBILI LOCATI L. 431/1998.

La legge di stabilità per il 2016 prevede una riduzione dell'IMU pari al 25% relativamente agli immobili locati a canone concordato di cui alla legge n. 431/1998.

Pertanto per il Comune di Arezzo vigono due distinte aliquote:

- aliquota dello 0,89% per gli immobili affittati a canone concordato alla sola condizione che l'alloggio sia l'abitazione principale dell'inquilino.

- aliquote del 1,06% per gli immobili concessi in locazione a canone concordato in cui l'inquilino non ha fissato l'abitazione principale.

Una volta determinata l'imposta dovuta si applicherà ad entrambe le casistiche la riduzione del 25%.

   IMPORTANTE: l'art. 3 quater del D.L. 34/2019 ha eliminato gli obblighi dichiarativi relativi al possesso dei requisiti per fruire delle agevolazioni IMU e Tasi riconducubilii agli immobili concessi in comodato a parenti in linea retta di primo grado; nonché per fruire delle agevolazioni sugli immobili concessi in locazione a canone concordato.

Si chiarisce che:

restano valide le autocertificazioni già presentate per le annualità precedenti. Per tali immobili pertanto, se non ci sono variazioni, non dovrà essere presentata la dichiarazione IMU.

===================================================

Con riferimento alla riduzione dell'IMU prevista dall'art. 53 della Legge di stabilità 2016, relativamente agli immobili locati a canone concordato di cui alla legge n. 431/1998. si specifica:

Il contratto di locazione ad uso abitativo, a canone concordato, è previsto dall'art. 2 comma 3, nonché dall'art. 5 commi 1, 2 e 3 relativi a contratti di locazione abitativa di natura transitoria ( di durata da 1 a 12 mesi per specifiche esigenze motivate e non turistiche) e contratti di locazione abitativa per studenti universitri fuori sede ( di durata da 6 a 36 mesi).

Il Decreto Interministeriale del 16/01/2017 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, (come previsto dall'art. 4 della stessa L. 431/1998), indica i criteri generali per la realizzazione degli accordi da definire in sede locale per la stipula di detti contratti. Per il Comune di Arezzo sono in vigore gli accordi sottoscritti dalle associazioni di categoria dei proprietari e degli inquilini in data 20 Luglio 2017.

Il Decreto suddetto prevede che per i contratti stipulati dal  20/07/2017 (data in cui nel Comune di Arezzo sono stati sottoscritti gli accordi) ,  per i quali la determinazione del canone agevolato non sia avvenuta con l'assistenza delle Associazioni di Categoria, le agevolazioni fiscali che competono, siano subordinate al rilascio da parte di almeno una delle Associazioni, di una specifica attestazione di conformità con gli accordi sottoscritti.

Ufficio Competente: 
Dove rivolgersi: 
Area tematica: